5 May 2013

Obesità Infantile

LA OBESITA' INFANTILE

Un studio svolto dall' Istituto Superiore di Sanità in Italia, 1 bambino su 3 è sovrappeso o adiritura obeso. Le cause sono "Una educazione alimentare svagliata spesso mutuata dai genitori e uno stile di vita, sin da piccoli troppo sedentario, fatto di ore passate davanti alla tv o allo schermo di un pc.
Per scuotere lo spiritu ma sopratutto il fisico ci vuole una buona alimentazione, movimenti con attività fisica. L’obesità può essere anche la spia di disagi psicologici più profondi, come difficoltà scolastiche, rapporti difficoltosi in famiglia e con i compagni oppure può essere la conseguenza di un fatto traumatico come un lutto, persino un trasloco, la nascita di un fratellino. In questi casi il cibo assume significati simbolici complessi. Lo dimostra il fatto che nei Paesi industrializzati il numero dei bambini in sovrappeso è raddoppiato negli ultimi 20 anni e in Italia un bambino su cinque è obeso, con una tendenza al rialzo che preoccupa i pediatri. Le cause? Sicuramente lo stile di vita scorretto: un’alimentazione ricca di grassi e poco movimento. Ma l’obesità non è solo un problema estetico, porta con sé grosse complicanze per la salute e per l’aspetto psicologico. Il cibo oggi è a disposizione sempre e ovunque. Come gli adulti, anche i bambini possono cercare nell’alimentazione la soluzione apparente di ogni minimo problema emotivo. Se gli adulti rispondono a qualsiasi richiesta del bimbo con il cibo, l’alimentazione diventa un premio che i genitori utilizzano per far rispettare regole di comportamento o per gratificarlo per un risultato raggiunto: “Se fai il bravo ti do le caramelle!”. E’ inevitabile a questo punto che determinati alimenti siano qualcosa di più di un semplice cibo, ma assumano un valore affettivo. Talvolta il problema parte dai genitori: se si sentono in colpa per avere poco tempo da trascorrere con i propri figli a causa degli innumerevoli impegni di lavoro, spesso cercano di compensare questa carenza rimpinzandoli di dolci o permettendo loro di mangiare ogni cosa in ogni momento. Per prevenire l’obesità quindi è importante “educare al gusto”. Coinvolgere i bambini nella preparazione dei pasti: fare la spesa scegliendo prodotti non preconfezionati come verdura, carne e formaggi, e decidere insieme come prepararli. E poi rendere piacevole il momento dei pasti, tranquillo e non frenetico, in cui si possa apprezzare il gusto del cibo, a volte sottovalutato per la fretta di ingoiare. E’ fondamentale educare ad uno stile alimentare corretto, vario e sano, che coinvolga tutta la famiglia: i bambini imparano osservando. E’ una vera e propria “educazione alimentare” che dovrebbe essere presente anche nelle scuole.


Post a Comment